Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie anche di terze parti.
Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa.
accetto
 
INFORMAZIONI E CARATTERISTICHE
DEL DIZIONARIO LIVORNESE
•  Legenda »
 
Dizionario livornese
 
† Masticabròdo (fusione di mastica e brodo ) [mastiabròdo] · Colui che mangia lentamente, con svogliatezza, finanche ad estenuare i commensali.
«Mastiabròdo, quanto ti ci vòle a finì di mangià?»
† Menùto · Minuto.
«Aspetta un menuto!»
Mèrda · Sfortuna, jella.
«Che merda!» (che jella!) • «Lui lì c'ha la merda addosso» (a quel tizio si è attaccata la sfortuna addosso).
Mestichière · Mesticatore, colui che ha un negozio di mesticheria.
(†) Mèttersi a pàne · Fidanzarsi.
(†) Mi par migl'ànni [miparmigliànni] · Vedi un mi par migl'ànni.
Mi sènte · Mi fa male, mi duole.
«Mi sente la testa» • «Mi sente la pancia».
Mollàre [mollà] · Dare con forza.
«Se un la fai finita ti mollo 'n ciaffone».
† Montinéro · Variante lessicale di Montenero, il quartiere collinare di Livorno celebre per la presenza del Santuario della Madonna di Montenero, patrona della Toscana.
† Mòrvido · Morbido.
Mugolóne · Un modo per definire l'atto del sesso orale.
Muràre a sécco · Locuzione che significa mangiare senza bere.
Musaròla · Museruola.
Nàppa · Naso, o naso enorme.
Nasìno · Molletta per appandere i panni.
Nènne · Indica il latte che si dà ai bambini, in genere nel biberon.
«Dé, o Maida, un lo senti 'ome piange ir bimbo? Danni ir nenne così si cheta».
† Nepóte · Nipote.
† Nessùni · Nessuno.
Variante: nissuno.
· Gli. Il pronome personale che significa «a lui». Vale anche per il femminile «a lei» e per il plurale «a loro».
«Ni voglio dà 'r bongiórno» può voler dire:
  1. Gli voglio dare il buongiorno
  2. Le voglio dare il buongiorno
  3. Voglio dare loro il buongiorno.
    (†) Nìcchesse · Niente, nulla. Corrisponde al nisba usato in tutta Italia.
     
    Contribuisci ad arricchire il dizionario »
    www.catarsi.it © 2015 - 2018