Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie anche di terze parti.
Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa.
accetto
 
INFORMAZIONI E CARATTERISTICHE
DEL DIZIONARIO LIVORNESE
•  Legenda »
 
Dizionario livornese
 
Granàta · Arnese per spazzare i pavimenti. Scopa.
Grogiolàre · Crogiolare.
(†) Gua' [guà] · Saluto confidenziale che sta per "guarda", l'apostrofo gua' indica il troncamento del vocabolo. Viene usato incontrando qualcuno: «Gua', chi si vede!»
Guàppo · A Livorno il termine guappo non è obbligatoriamente riferito all'arrogante o al camorrista; anzi, spesso si usa per sfottere bonariamente l'amico che, uscendo di casa col vestito della domenica, ha tutta l'aria di sentirsi belloccio e attraente.
«Vieni stronzolo, un fà 'r guappo!» (Vieni, sciocco, non fare il vanitoso).
Guàsi · Quasi.
«Guasi guasi mi bevo un'aranciata».
Ibò · Interiezione che esprime disgusto. Come aibò.
«Ho trovato un capello nella minestra, ibò, mi vien da vomità!»
Immèi · Vedi oimmèi.
† Imparàre [imparà] · Insegnare.
«Vieni, t'imparo a disegnà» • «Mi devi imparà quella 'anzone, riòrdatene!»
Impermiàbile · Impermeabile.
Impiàstro · Persona di gusti difficili, alla quale non va mai bene niente.
«Ieri un volevi ir brodo, oggi un ti ci va li spaghetti. Sei propio un impiastro!»
(†) Incardanàrsi [incardanàssi] · Prendere una cotta per qualcuno, innamorarsi.
(†) Incardanàto · Colui che è nella fase acuta dell'innamoramento.
«Un cercà di 'onvìncilo a lascialla: è troppo 'ncardanato». (Non cercare di convincerlo a lasciarla: ne è troppo cotto).
Incignàre [incignà] · Rinnovare un oggetto, indossare un indumento per la prima volta.
Io incìgno, tu incìgni, egli incìgna. Lo vòi incignà questo berretto sì o no?
Inteligènte · Intelligente.
† Lacciàia · In origine la lacciaia è una corda usata dai butteri maremmani per prendere al lazo gli animali. A Livorno, singolarmente, la lacciaia assume il significato di accalappiacani.
(†) Lécca · Tiro estremamente forte, sventola, bordata. Plurale: lécche.
(†) Legonàta · Tiro violentissimo, gran bordata. Esiste anche la variante ligonàta, seppur meno comune.
«Boia, che legonata!» (Accidenti, che bordata!)
† Lescó · Voce espressiva che sta per «Via, sciò!» Usata per scacciare animali e anche, in tono scherzoso, per allontanare i bambini. E' la livornesizzazione di «Let's go!»
Leticàre [letià] · Litigare.
Io létio, tu létii, egli létia. «Hai intenzione di letià?»
Levare il fumo alle schiacciate [levà 'r fumo alle stiacciate] · Essere svegli, reattivi, intelligenti, veloci nell'agire. Così veloci da riuscire, in senso figurato, a prendere al volo il fumo delle stiacciate appena cotte che stanno uscendo dal forno.
 
Contribuisci ad arricchire il dizionario »
www.catarsi.it © 2015 - 2018